Blubar 2009 - 6 serata
In questa gallery, l'esibizione delle Minigonne e degli Aironi. A seguire, la Jam session sotto le stelle. Le Minigonne nascono come idea verso il finire del 2007, in vista del festival alessandrino Primavera Beat Vol.2. Daniela Caschetto, bassista e violoncellista novese appassionata di musica beat anni Sessanta, su consiglio dell'organizzatore del festival Salvatore Coluccio, decide di formare una all-female band. Elisabetta Gagliardi, diplomata in pianoforte, nonché cantante poliedrica studente al Cpm di Milano, è stata subito la prima persona da contattare, dopo anni che tra loro ricorreva la frase: "Dobbiamo troppo suonare assieme prima o poi!". Alice Vigo, figlia d'arte e giovanissima chitarrista Arquatese, è stata reclutata successivamente dopo una conversazione su myspace. Silvia Buzzoni, ultimo acquisto della band, batterista emiliana di grande grinta e professionalità, si è appassionata subito al progetto tanto da non demoralizzarsi per le due ore di macchina che la separano dalle altre, e, dopo l'esordio avvenuto il 29 marzo 2008, è entrata stabilmente nella formazione. In due anni e mezzo di attività hanno già calcato palchi importanti, tra cui l’Estragon di Bologna e il FerraraMusicPark, sono state Open Act per I Giganti, hanno suonato al X Scooter Rally, manifestazione internazionale all'Isola D'Elba, alla Sesta edizione del Blu Bar a Francavilla al Mare (CH), come finaliste al concorso “Band Prix ‘09” di Acqui Terme (AL) e ad alcune serate in provincia di Padova di "Ieri oggi e sempre" organizzate da RabioBirikina insieme ad alcuni interpreti originali dei gloriosi Sessanta. Hanno registrato, tra gli altri, il brano "L'ultimo amore", versione italiana di "Everlasting Love" dei Love Affair, portata al successo dai Ricchi e Poveri al Cantagiro '67. Dal 10 al 16 novembre ‘09 la cover è stata in rotazione sulla web radio inglese “Mod Radio Uk” e sarà in inclusa in una compilation prossimamente in uscita a cura di Moreno Spirogi degli Avvoltoi, dedicata alle recenti band italiane beat. Il repertorio de LeMINIGONNE è costituito da brani in origine inglesi ma tradotti in italiano, come usava negli anni Sessanta ed il nome della band, oltre a sottolineare il fatto che sono tutte ragazze, omaggia uno dei simboli degli anni sessanta: la celebre gonna inventata dall'inglese Mary Quant! Storia simile per gli Aironi: era verso la fine degli anni settanta , quando Roberto Galasso, (voce) insieme a Danilo Pozzoli (tastiere) , Giuseppe Miccoli, (batteria), Filippo Francavilla (basso elettrico) Roberto D’Alleva (Chitarra), Luigi Cigliano (percussioni ) iniziavano a strimpellare e ad urlare le loro prime emozioni musicali : I Pooh, Premiata Forneria Marconi, I Camaleonti, Le Orme, Santana … Un organo Farfisa elettrico (unica cosa decente), una batteria impolverata, tarlata, con i piatti ossidati di colore verde ! ed un basso, recuperati nel sottoscala di una chiesa, una chitarra acustica con un pik up applicato, un amplificatore a valvole con carcassa di ferro e con l’altoparlante smontato da un vecchio mobile radio, veramente folgorante ! nel pieno rispetto delle più elementari norme di sicurezza !!!, due bonghi su un treppiedi dilegno ed un microfono pagato 15.000 delle vecchie lire ...Potete immaginare cosa ne usciva fuori !
Get the Flash Player to see this rotator.
OzioGallery2 by Joomla.it



Diventa FAN del BLUBAR


 


Statistiche Accessi

 87 visitatori online

PARTITA IVA 02412600690  - VIALE NETTUNO 74 66023 FRANCAVILLA AL MARE


PRIVACY POLICY
Privacy Policy